L’idea del Master nasce dalla nuova grande trasformazione del mondo del lavoro che, con i rapidi e profondi cambiamenti socio-demografici, la globalizzazione dei mercati e le innovazioni tecnologiche, oltre ad offrire grandi opportunità di sviluppo e accrescimento della competitività delle aziende, ha portato a una ridefinizione dei processi produttivi e lavorativi. Tali cambiamenti possono determinare modificazioni sulla qualità delle condizioni lavorative e sui livelli di tutela di salute e sicurezza nei luoghi di lavoro (SSL). Si rendono necessari interventi mirati in grado di accrescere la sostenibilità del lavoro e rispondere a nuove sfide: la prolungata esposizione a rischi per la SSL, l’emergenza di nuovi rischi, la necessità di fronteggiare cambiamenti importanti nella gestione del lavoro e l’esigenza di comprendere l’influenza che il fattore età ha sulla capacità lavorativa.

A chi è rivolto

Il Master, per il suo carattere interdisciplinare, è rivolto, a coloro che sono in possesso di un titolo universitario appartenente a tutte le classi di laurea magistrali e specialistiche senza vincolo di Facoltà di provenienza interessati all’acquisizione di conoscenze e competenze da spendere nell’ambito della gestione dei rischi in maniera integrata e innovativa, attraverso un approccio multidisciplinare (giuridico, ingegneristico, medico-sanitario) da applicare sin dalla fase di progettazione dei processi produttivi e lavorativi.

Il percorso specialistico vede coinvolti enti partner d’eccellenza quali Aeroporti di Roma, Confindustria, Enel, Eni, Federchimica, Fiat Chrysler Automobiles FCA, Fondazione Rubes Triva, Rete Ferroviaria Italiana RFI, Terna che contribuiranno attivamente alla didattica offrendo ai partecipanti anche possibilità di stage formativi legati alle tematiche di health and safety con un approccio multidisciplinare integrato.

DA DOVE INIZIARE

Bando

Opuscolo

Flyer