Entro il 31 ottobre le iscrizioni al corso di alta formazione Sapienza-Inail su Salute e sicurezza sul lavoro nella quarta rivoluzione industriale

By | News ed eventi

C’è tempo fino al 31 ottobre  2021 per presentare la domanda di ammissione al corso di alta formazione (Caf) di Sapienza Università di Roma dal titolo “Tecnologie, organizzazioni, individui e comportamenti nella quarta rivoluzione industriale ai fini della salute e sicurezza sul lavoro”. L’insegnamento è il settimo degli undici inseriti nell’offerta didattica del secondo modulo del master biennale di II livello sulla gestione integrata di salute e sicurezza nell’evoluzione del mondo del lavoro, promosso dall’ateneo romano e dall’Inail con l’obiettivo di formare figure specializzate in grado di prevenire e gestire il rischio fin dalla progettazione dei processi e di affrontare i cambiamenti legati all’innovazione tecnologica grazie a competenze innovative.

Proposto dal Dipartimento di Ingegneria meccanica e aerospaziale della facoltà di Ingegneria civile e industriale, il corso prevede 48 ore di attività didattica frontale (in presenza e a distanza) e 6 crediti formativi. Obiettivo delle lezioni, in partenza il 20 novembre, è quello di fornire conoscenze e strumenti gestionali per promuovere comportamenti sicuri nella quarta rivoluzione industriale, caratterizzata da sistemi particolarmente complessi in continua evoluzione e da alti livelli di digitalizzazione e automazione.

Durante le attività didattiche saranno approfondite le innovazioni tecnologiche basate sui Cyber physical system (Cps) e i temi legati all’industria 4.0. Il corso intende formare i partecipanti nella gestione della sicurezza sul lavoro, fornendo le competenze necessarie a riconoscere e a valutare le criticità legate alla progettazione e alla cultura organizzativa e alla cultura di gestione dell’errore, anche nei contesti di Smart factory (Sf).

Qui trovate il video di presentazione del Corso 

 

Per conoscere le modalità di iscrizione, il costo e le scadenze è necessario consultare la pagina di Sapienza 

Nuove metodologie per la valutazione e gestione del rischio biomeccanico e criteri e metodi per l’adeguamento delle postazioni di lavoro

By | News ed eventi

Rischio biomeccanico, entro il 7 settembre le iscrizioni al corso di alta formazione Sapienza-Inail rivolto a tutti i laureati: il 17 settembre l’inizio delle lezioni

 

Scade il 7 settembre 2021 il termine per inviare le domande di ammissione al corso di alta formazione (Caf) di Sapienza Università di Roma dal titolo “Nuove metodologie per la valutazione e gestione del rischio biomeccanico e criteri e metodi per l’adeguamento delle postazioni di lavoro”, che prevede 58 ore di didattica frontale (in presenza e a distanza) e 7 crediti formativi universitari.

Qui i video di presentazione del corso 

Proposto dal Dipartimento di Scienze e biotecnologie medico-chirurgiche della facoltà di Farmacia e Medicina del polo pontino di Sapienza Università di Roma, il corso, in partenza il 17 settembre, intende fornire conoscenze relative ai criteri e ai metodi necessari alla classificazione e alla gestione del rischio biomeccanico. Particolare rilevanza sarà attribuita alle conoscenze relative ai metodi standardizzati (norme ISO 11228 1-2 e 3) e all’utilizzo di tecnologie innovative. Oltre alla valutazione e gestione del rischio biomeccanico in ambiente di lavoro, durante le attività didattiche saranno approfonditi anche i temi legati all’analisi del movimento, all’integrazione delle metodiche di analisi elettromiografica e alla cinematica. Tra gli altri argomenti inseriti nel piano formativo, l’utilizzo delle nuove tecnologie di biomeccanica clinica nella valutazione del gesto lavorativo nella disabilità motoria e nelle malattie neurologiche, la riabilitazione del gesto lavorativo e l’adeguamento delle postazioni di lavoro in epoca moderna.

Identificativo Corso: 30142
Anno accademico : 2020/2021
Importo : Euro 300
CFU : 7
Per maggiori informazioni, per il bando, la domanda di iscrizione e le scadenze è necessario consultare la pagina Sapienza dedicata 

 

 

Gestione del rischio elettrico ed elettromagnetico nella quarta rivoluzione industriale

By | News ed eventi

Parte dopo l’estate il quinto degli 11 insegnamenti inseriti dal piano didattico del master biennale di II livello sulla gestione integrata di salute e sicurezza nell’evoluzione del mondo del lavoro, aperto a tutti i laureati. Il 18 settembre la data prevista per l’inizio delle lezioni. 

C’è tempo fino al 1° settembre prossimo per presentare la domanda di ammissione al corso di alta formazione (Caf) di Sapienza Università di Roma dal titolo “Gestione del rischio elettrico ed elettromagnetico nella quarta rivoluzione industriale”. L’insegnamento è inserito nell’offerta didattica del secondo modulo del master biennale di II livello sulla gestione integrata di salute e sicurezza nell’evoluzione del mondo del lavoro, promosso dall’ateneo romano e dall’Inail con l’obiettivo di formare figure specializzate in grado di prevenire e gestire il rischio fin dalla progettazione dei processi e di affrontare i cambiamenti legati all’innovazione tecnologica grazie a competenze innovative.

 Proposto dal Dipartimento di Ingegneria astronautica elettrica ed energetica della Facoltà di Ingegneria civile e industriale, il corso prevede 48 ore di attività didattica frontale (in presenza e a distanza) e 6 crediti formativi.

Obiettivo delle lezioni, in partenza il 18 settembre, è formare esperti nella gestione dei rischi elettrici ed elettromagnetici di impianti, apparecchi e materiali elettrici nei luoghi di lavoro, in tutta la filiera dei processi produttivi, dalla progettazione al monitoraggio dell’efficacia dei processi, nell’ottica della prevention trough design. Il corso intende sviluppare una professionalità concreta, con una prospettiva multidisciplinare e interdisciplinare nel campo dell’alta formazione. Tra i temi più rilevanti inseriti nel percorso formativo, l’analisi dei rischi di origine elettrica e delle misure tecniche di sicurezza, l’applicazione di procedure di esercizio e di manutenzione e l’attuazione di controlli e verifiche degli impianti elettrici. Particolare rilevanza è attribuita agli aspetti legati al cambiamento del mondo del lavoro e all’evoluzione tecnologica anche in riferimento all’industria 4.0.

Qui è possibile vedere la presentazione video del Corso

Identificativo CAF: 30166
Anno accademico: 2020/2021
Importo: Euro 300
CFU: 6
Possono partecipare tutti i laureati di primo e secondo livello, i laureati magistrali e i laureati di vecchio ordinamento
Per maggiori informazioni sul bando, scadenze e pagamenti è possibile consultare la pagina di Ateneo 

PANDEMIA E FORMAZIONE IN SALUTE E SICUREZZA SUL LAVORO: L’ESPERIENZA DELLA FONDAZIONE RUBES TRIVA

By | News ed eventi
Al fine di ampliare l’offerta formativa del Master in Gestione integrata in salute e sicurezza nell’evoluzione del mondo del lavoro è stato programmato in data 8 giugno 2021 dalle 17:00 alle 18:30 il webinar dal titolo PANDEMIA E FORMAZIONE IN SALUTE E SICUREZZA SUL LAVORO: L’ESPERIENZA DELLA FONDAZIONE RUBES TRIVA.
Tale evento è stato sviluppato da Sapienza Università e Inail, all’interno delle attività del Master, con la collaborazione dell’Ente Partner Fondazione Rubes Triva
Il webinar rientra tra gli eventi della Campagna Europea in corso dell’Eu-Osha 2020-2022 dedicata alla prevenzione dei disturbi muscoloscheletrici (DMS) lavoro-correlati.
La partecipazione  costituisce anche aggiornamento formativo per RSPP/ASPP, RLS, formatori della sicurezza, dirigenti e preposti.
 
La partecipazione all’evento è gratuita e aperta a tutte le persone interessate alle tematiche di salute e sicurezza sul lavoro la registrazione all’evento è obbligatoria da effettuare attraverso il seguente link https://uniroma1.zoom.us/webinar/register/WN_tTeNJ5G8R7Sk8EQnPBjIsQ

PROROGATA SCADENZA CAF RISCHI ED OPPORTUNITÀ CONNESSI ALL’USO DELLE NANOTECNOLOGIE E DELLE TECNOLOGIE ABILITANTI

By | News ed eventi

E’ stata prorogato al 21 maggio 2021 il termine per inviare le domande di ammissione al corso di alta formazione (Caf) di Sapienza Università di Roma dal titolo “Rischi ed opportunità connessi all’uso delle nanotecnologie e delle tecnologie abilitanti”, che prevede 44 ore di didattica frontale (in presenza e a distanza) e 5 crediti formativi universitari. Il corso rientra tra gli insegnamenti del secondo modulo del master biennale di II livello sulla gestione integrata di salute e sicurezza nell’evoluzione del mondo del lavoro, promosso dall’ateneo romano e dall’Inail con l’obiettivo di formare figure specializzate in grado di prevenire e gestire i rischi a partire dalla progettazione dei processi, grazie a competenze in linea con i cambiamenti legati all’innovazione tecnologica.

Proposto dal Dipartimento di Ingegneria astronautica, elettrica ed energetica della facoltà di Ingegneria civile e industriale, il corso, in partenza a maggio, intende fornire le basi conoscitive e gli strumenti utili per l’analisi del rischio da esposizione a nanomateriali negli ambienti di lavoro. Particolare attenzione sarà dedicata alle opportunità offerte dalle applicazioni delle nanotecnologie per la prevenzione e la gestione del rischio stesso. Durante le lezioni saranno, inoltre, approfonditi i benefici innovativi connessi alle applicazioni delle nanotecnologie per la salute e per l’ambiente. Tra le attività inserite nel piano formativo anche la gestione integrata del rischio, con riferimento al quadro normativo e alle linee guida in ambito occupazionale.

Per tutte le informazioni relative al bando, alle modalità di iscrizione e al pagamento è possibile consultare la pagina di Ateneo

 

 

Corso di Alta Formazione sui Rischi ed opportunità connessi all’uso delle nanotecnologie e delle tecnologie abilitanti

By | News ed eventi

Scade il 30 aprile prossimo il termine per inviare le domande di ammissione al corso di alta formazione (Caf) di Sapienza Università di Roma dal titolo “Rischi ed opportunità connessi all’uso delle nanotecnologie e delle tecnologie abilitanti”, che prevede 44 ore di didattica frontale (in presenza e a distanza) e 5 crediti formativi universitari. Il corso rientra tra gli insegnamenti del secondo modulo del master biennale di II livello sulla gestione integrata di salute e sicurezza nell’evoluzione del mondo del lavoro, promosso dall’ateneo romano e dall’Inail con l’obiettivo di formare figure specializzate in grado di prevenire e gestire i rischi a partire dalla progettazione dei processi, grazie a competenze in linea con i cambiamenti legati all’innovazione tecnologica.

Proposto dal Dipartimento di Ingegneria astronautica, elettrica ed energetica della facoltà di Ingegneria civile e industriale, il corso, in partenza a maggio, intende fornire le basi conoscitive e gli strumenti utili per l’analisi del rischio da esposizione a nanomateriali negli ambienti di lavoro. Particolare attenzione sarà dedicata alle opportunità offerte dalle applicazioni delle nanotecnologie per la prevenzione e la gestione del rischio stesso. Durante le lezioni saranno, inoltre, approfonditi i benefici innovativi connessi alle applicazioni delle nanotecnologie per la salute e per l’ambiente. Tra le attività inserite nel piano formativo anche la gestione integrata del rischio, con riferimento al quadro normativo e alle linee guida in ambito occupazionale.

Qui è possibile consultare i video di presentazione del corso

Identificativo CAF: 30167
Anno accademico : 2020/2021
Costo : Euro 300
CFU : 5
Per conoscere le modalità di iscrizione, il piano formativo e il calendario delle lezioni è possibile consultare la pagina di Sapienza dedicata al CAF 

 

 

Corso di Alta Formazione su La gestione dei rischi psicosociali nel cambiamento del mondo del lavoro

By | News ed eventi

In partenza il terzo degli 11 insegnamenti previsti dal piano didattico del master di II livello sulla gestione integrata di salute e sicurezza nell’evoluzione del mondo del lavoro, aperto a tutti i laureati. Il 16 aprile la data prevista per l’inizio delle lezioni.

C’è tempo fino al 31 marzo prossimo per iscriversi al corso di alta formazione (Caf) di Sapienza Università di Roma dal titolo “La gestione dei rischi psicosociali nel cambiamento del mondo del lavoro”. L’insegnamento è inserito nell’offerta didattica del secondo modulo del master biennale di II livello sulla gestione integrata di salute e sicurezza nell’evoluzione del mondo del lavoro, promosso dall’ateneo romano e dall’Inail con l’obiettivo di formare figure specializzate, che siano in grado, grazie a competenze innovative, di affrontare i cambiamenti legati all’innovazione tecnologica e di prevenire e gestire il rischio fin dalla progettazione dei processi.

Sei crediti formativi e 52 ore di didattica. Proposto dal Dipartimento di Psicologia, della Facoltà di Medicina e Psicologia, il corso prevede 52 ore di attività didattica frontale (in presenza e a distanza in modalità sincrona) e 6 crediti formativi.  Le lezioni inizieranno il 16 aprile.

Obiettivi formativi

L’obiettivo del Corso di Alta Formazione è quello di realizzare un percorso formativo che permette di acquisire e sviluppare le conoscenze e competenze professionali utili all’identificazione e utilizzo dei principali modelli teorici, approcci integrati e strumenti – metodologici, conoscitivi– per una efficace gestione dei rischi psicosociali negli ambienti di lavoro, con particolare riferimento ai cambiamenti nell’organizzazione e gestione del lavoro connessi al rapido sviluppo dei processi e tecnologico, nonché agli aspetti relativi a gruppi di lavoratori che, per determinate caratteristiche demografiche, sociali e occupazionali, sono da considerarsi particolarmente a rischio (tra cui lavoratori anziani, giovani, contratti di lavoro atipici e temporanei, immigrati) e per cui è necessario definire e orientare interventi e misure mirate.

Qui i video di presentazione del Corso

 

Codice identificativo CAF : 30140

Importo : Euro 400

CFU: 6

PER MAGGIORI INFORMAZIONI

Per tutte le informazioni relative al bando, alla scadenza, ai pagamenti e al piano didattico è possibile consultare il la pagina dedicata al CAF di Sapienza Università di Roma

Corso di Alta Formazione su Lo Smart working: scadenze iscrizioni 8 marzo

By | News ed eventi

Sono aperte fino all’8 marzo prossimo le iscrizioni al corso di alta formazione (Caf) di Sapienza Università di Roma dedicato allo smart working, che prevede ventotto ore di didattica frontale (in presenza e a distanza) e 4 crediti formativi universitari.

Il corso fa parte del secondo modulo del master biennale di II livello sulla gestione integrata di salute e sicurezza nell’evoluzione del mondo del lavoro, promosso dall’ateneo romano e dall’Inail per formare figure specializzate in grado di prevenire e gestire il rischio fin dalla progettazione dei processi, grazie a competenze in linea con i profondi cambiamenti legati all’innovazione tecnologica.

Proposto dal Dipartimento di Diritto ed economia delle attività produttive della facoltà di Economia, il corso, in partenza il 20 marzo, intende fornire ai partecipanti le competenze giuridiche, manageriali ed economiche necessarie a sviluppare nuovi modelli di organizzazione del lavoro in grado di promuovere forme più avanzate di life-work balance (bilanciamento equilibrato tra carriera e vita privata) per i lavoratori. Previste anche testimonianze aziendali.

Nel breve volgere di un mese il lavoro da remoto si è imposto a livello globale come l’unica modalità di lavoro possibile in tempi di pandemia. Una vera e propria rivoluzione che ha fatto crollare le antiche distinzioni tra lavoro e vita privata mettendo in discussione, con lo spazio e il tempo di lavoro, persino il nostro stile di vita.  Questo fenomeno è ancora oggi regolato da una congerie di disposizioni normative (lavoro a domicilio, telelavoro e smart working e smart working dell’emergenza oltre alle disposizioni del pubblico impiego), contratti collettivi, circolari ministeriali e norme sanitarie che, lungi dal dare certezze, sollevano numerose questioni interpretative.  In questa prospettiva, il corso, attraverso la didattica frontale e testimonianze aziendali, con un approccio multidisciplinare, dopo aver offerto le competenze di base sociologiche e manageriali necessarie per remotizzare le attività, approfondisce in particolare le seguenti materie: il consenso del lavoratore, il potere direttivo e di controllo del datore di lavoro, i diritti di nuova generazione dei lavoratori (diritto di connessione e di disconnessione, nuove tecnologie e tutela dei dati personali, GDPR etc.), retribuzione, premi di produttività e welfare aziendale, gli obblighi di sicurezza, la tutela dei lavoratori fragili, i profili fiscali e contributivi, il recesso dallo smart working, le relazioni industriali. Particolare attenzione sarà inoltre dedicata allo smart working nel pubblico impiego e, attraverso case study, alle esperienze di contrattazione collettiva della fase dell’emergenza.

Video di presentazione del Corso di Alta Formazione

Informazioni aggiuntive 

Identificativo CAF: 31096
Anno accademico: 2020/2021
Importo: Euro 900
CFU: 4

Scadenza presentazione domanda di ammissione 8 marzo 2021 

Per il bando, le modalità di iscrizione, le date e il piano formativo è necessario consultare la pagina d’Ateneo al seguente link: CAF LO SMART WORKING

Il lavoro che cambia: entro il 1° marzo scadono le iscrizioni per il corso di alta formazione

By | News ed eventi

E’ fissato al prossimo 1° marzo il termine per iscriversi al primo corso di alta formazione (Caf)  dal titolo “Il lavoro che cambia: riflessi sulla salute e sicurezza sul lavoro”, inserito nell’offerta didattica del secondo modulo del master biennale di II livello sulla gestione integrata di salute e sicurezza nell’evoluzione del mondo del lavoro.

Proposto dal Dipartimento di Scienze giuridiche della facoltà di Giurisprudenza in collaborazione con Inail, il corso prevede 32 ore di attività didattica frontale (in presenza e a distanza) e 4 crediti formativi.

L’obiettivo del Corso di Alta Formazione è fornire ai discenti una adeguata conoscenza delle trasformazioni del rapporto di lavoro, alla luce delle novità normative introdotte dal Jobs Act e dalle riforme successive, nonché una adeguata conoscenza delle problematiche di inquadramento nella rigida bipartizione codicistica tra lavoro subordinato e lavoro autonomo. Il corso mira, inoltre, ad evidenziare l’impatto della tecnologia sulle modalità di svolgimento e sulla conseguente qualificazione del lavoro, nonché l’impatto delle innovazioni organizzative sulla tutela della salute e sicurezza sul lavoro e sulla tutela contro gli infortuni sul lavoro e le malattie professionali con particolare riferimento a: lavoro a distanza, telelavoro, lavoro agile, lavoro su piattaforma, crowdworking.

Video di Presentazione del Corso di alta formazione 

 

Informazioni aggiuntive

Identificativo CAF: 30149
Anno accademico: 2020/2021
Importo: Euro 400
CFU: 4

Scadenza presentazione domanda di ammissione 1 marzo 2021 

Per il bando, le modalità di iscrizione, le date e il piano formativo è necessario consultare la pagina d’Ateneo al seguente link:  CAF Il Lavoro che cambia 

 

 

Parte l’offerta formativa dei Corsi di Alta formazione legati al Master Sapienza-Inail in Gestione integrata di salute e sicurezza nell’evoluzione del mondo del lavoro

By | News ed eventi

In programma tra il marzo 2021 e il marzo 2022, affronteranno aspetti emergenti nel settore della salute e sicurezza sul lavoro, analizzati dal punto di vista giuridico, ingegneristico, medico, metodologico e di gestione integrata del rischio, in un’ottica multidisciplinare caratterizzata da approcci e strumenti innovativi

 

I Corsi di Alta Formazione (CAF), in calendario tra il marzo 2021 e il marzo 2022 nelle sedi messe a disposizione dall’Inail e dall’Università Sapienza di Roma, fanno parte del secondo modulo delle attività didattiche del Master in Gestione integrata di salute e sicurezza nell’evoluzione del mondo del lavoro, che coinvolge trasversalmente le Facoltà di Medicina e Odontoiatria, Farmacia e Medicina, Giurisprudenza, Ingegneria civile e industriale, Medicina e Psicologia ed Economia e affronteranno aspetti emergenti e innovativi nel settore della salute e sicurezza sul lavoro, relativi in particolare ai mutamenti demografici e all’evoluzione tecnologica.

Il Master interfacoltà di II livello in Gestione integrata di salute e sicurezza nell’evoluzione del mondo del lavoro nasce dall’esigenza di formare figure specializzate nuove, capaci di rispondere ai cambiamenti in atto nel mondo del lavoro. Il Master Sapienza – Inail rappresenta la prima risposta in Italia a esigenze di formazione sulla salute e sicurezza sul lavoro (SSL) di eccellenza contestualizzate nel mondo del lavoro che cambia. Un progetto innovativo, strettamente inserito nel mondo produttivo-lavorativo, attraverso la partecipazione attiva degli Enti partner, con un approccio integrato in un’ottica multidisciplinare. Il Master rappresenta inoltre un momento di incontro e sviluppo delle nuove politiche strategiche dell’ateneo più grande d’Europa, i nuovi ruoli e mission del mondo Inail, l’esperienza professionalizzante di rappresentanti di eccellenza del mondo produttivo e lavorativo italiano. L’obiettivo è quello di sviluppare un percorso innovativo, integrato con corsi di alta formazione, che consenta in maniera modulare e flessibile di rispondere alle esigenze e interessi dei partecipanti, finalizzato alla creazione di nuove figure professionali nell’ambito della SSL.

Nell’ambito di tale percorso formativo è stata sviluppata la proposta di 11 corsi di alta formazione (CAF) su aspetti emergenti e innovativi nel settore salute e sicurezza sul lavoro, in particolare relativi a mutamenti demografici ed evoluzione tecnologica.

Dalle tecnologie abilitanti all’Internet delle cose, dalle nanotecnologie all’automazione digitale e alla robotica, dai rischi ergonomici all’incidentalità stradale fino allo smart working e alla biomedicina, i temi al centro della proposta didattica saranno analizzati dal punto di vista giuridico, ingegneristico, medico, metodologico e di gestione integrata del rischio, in un’ottica multidisciplinare caratterizzata dal ricorso ad approcci e strumenti innovativi.

 

I corsi sono erogati in lingua italiana e prevedono un numero di iscritti da un minimo di 6 a un massimo di 35. La frequenza alle attività didattiche del corso è obbligatoria per un minimo del 75% del monte ore complessivo delle lezioni.

Oltre agli studenti del master, l’offerta formativa del secondo modulo, che per la partecipazione a ciascun corso prevede il riconoscimento di crediti formativi universitari, è rivolta anche a tutti i laureati di primo e secondo livello, ai laureati magistrali e ai laureati di vecchio ordinamento.

Per approfondire le tematiche dei singoli CAF è possibile scaricare la Brochure dell’offerta formativa degli 11 CAF:

Master Sapienza Inail Brochure Caf 2020-2021

 

Per maggiori informazioni sul piano dell’offerta formativa 2020-2021 e 2021-2022 e sulle modalità di iscrizione è possibile consultare la pagina dedicata ai corsi di alta formazione sul sito della Sapienza Università di Roma al seguente link