Monthly Archives

Dic 2017

5+1 buoni motivi per iscriversi al Master Sapienza-Inail

By | News ed eventi

Il Master, per il suo carattere interdisciplinare, è rivolto, a coloro in possesso di un titolo universitario appartenente a tutte le classi di laurea magistrali e/o specialistiche senza vincolo di Facoltà di provenienza interessati all’acquisizione di conoscenze e competenze da spendere nell’ambito della gestione dei rischi in maniera integrata e innovativa, attraverso un approccio multidisciplinare (giuridico, ingegneristico, medico-sanitario) da applicare sin dalla fase di progettazione dei processi produttivi e lavorativi.

L’idea del Master nasce infatti dalla nuova grande trasformazione del mondo del lavoro che, con i rapidi e profondi cambiamenti socio-demografici, la globalizzazione dei mercati e le innovazioni tecnologiche, oltre ad offrire grandi opportunità di sviluppo e accrescimento della competitività delle aziende, ha portato a una ridefinizione dei processi produttivi e lavorativi. Tali cambiamenti possono determinare modificazioni sulla qualità delle condizioni lavorative e sui livelli di tutela di salute e sicurezza nei luoghi di lavoro (SSL). Si rendono necessari interventi mirati in grado di accrescere la sostenibilità del lavoro e rispondere a nuove sfide: la prolungata esposizione a rischi per la SSL, l’emergenza di nuovi rischi, la necessità di fronteggiare cambiamenti importanti nella gestione del lavoro e l’esigenza di comprendere l’influenza che il fattore età ha sulla capacità lavorativa.

Perché iscriversi?

  1. Per quattro Facoltà  di Sapienza Università di Roma, Facoltà di Medicina e Odontoiatria, Farmacia e Medicina, Ingegneria Civile e Industriale e Giurisprudenza, che hanno messo insieme conoscenze e saperi integrando i singoli settori disciplinari in un percorso multidisciplinare specifico per le tematiche di salute e sicurezza;
  2. Per rispondere coerentemente ai bisogni del mondo produttivo accettando la sfida di mantenere insieme produttività e competitività aziendali con la tutela della salute e sicurezza dei lavoratori;
  3. Per affrontare con entusiasmo una innovativa sfida formativa di un modello integrato tra master e corsi di alta formazione;
  4. Per la collaborazione con Inail polo integrato di salute e sicurezza che racchiude su più funzioni tutta la tutela dei lavoratori offrendo una massa critica importante di competenze specialistiche; 
  5. Per il Partenariato attivo di aziende ed enti leader in Italia composto da  Aeroporti di Roma: Fiumicino – Ciampino Confindustria Enel Eni Federchimica Fiat Rete Ferroviaria Italiana Terna #FondazioneRubesTriva che intervengono nella formazione per una didattica innovativa (ricerca, formazione e trasferimento tecnologico) che possa rappresentare un modello innovativo di formazione garantendo il raccordo necessario per far sì che la formazione risponda alla sfida dei cambiamenti dei processi e cicli produttivi integrata con lo sviluppo sostenibile; 
  6. Per l’aggiornamento anche di profili senior già operanti nel settore salute e sicurezza attraverso una nuova modalità formativa professionalizzante post laurea che integra con il master una personalizzazione del percorso formativo con corsi di alta formazione e stage aziendali.

E se questi sei motivi “non posson bastare” sono 35 i posti disponibili e 20 le borse di studio previste per gli studenti più meritevoli, finanziate per metà con il contributo dell’Inail e per metà con quello degli enti partner dell’iniziativa.

Gli studenti dovranno far pervenire la domanda di ammissione al master, ai recapiti indicati nel bando scaricabile sul sito dell’Ateneo, entro il 31 gennaio 2018.

 

 

II seminario di promozione del Master interfacoltà Sapienza-Inail

By | News ed eventi

Il seminario rientra tra le iniziative di promozione del Master interfacoltà di II livello in Gestione integrata di salute e sicurezza nell’evoluzione del mondo del lavoro attivato da Sapienza e Inail allo scopo di creare nuove figure professionali per la prevenzione e tutela nei luoghi di lavoro con competenze multidisciplinari finalizzate ad una gestione integrata e innovativa dei rischi.

Lunedì 15 gennaio 2018 alle ore 14.00 presso l’Aula Angelo Celli del Dipartimento di Sanità Pubblica e Malattie Infettive di Sapienza Università di Roma si svolgerà, in occasione della presentazione del Master di II livello interfacoltà, il seminario Gestione integrata di salute e sicurezza nell’evoluzione del mondo del lavoro: il settore sanitario.

Nel corso del seminario saranno affrontate alcune tematiche relative alla tutela dei lavoratori del settore sanitario, anche frutto di attività di ricerca svolte in collaborazione Inail/Sapienza, che sono nello spirito dell’innovazione tecnologica e della gestione integrata dei rischi secondo il modello della prevention through design da applicare a tutta la filiera dei processi produttivi (dalla progettazione al monitoraggio dell’efficacia dei processi).

Per maggiori informazioni sul programma della giornata è possibile consultare la news al seguente link 

 

Il nuovo master interfacoltà Sapienza-Inail in Gestione integrata di salute e sicurezza nell’evoluzione del mondo del lavoro

By | News ed eventi

Sapienza e Inail hanno progettato un percorso innovativo, un Master accademico interfacoltà di II livello biennale  in Gestione integrata di salute e sicurezza nell’evoluzione del mondo del lavoro allo scopo di creare nuove figure professionali per la prevenzione e tutela nei luoghi di lavoro che siano in grado di rispondere alle sfide del cambiamento del mondo del lavoro e dell’innovazione tecnologica.

Nell’ambito delle iniziative di promozione del Master si è tenuto lo scorso 14 dicembre, alle ore 12.00, presso la Facoltà di Scienze Odontostomatologiche e Maxillo Facciali di Sapienza Università di Roma un primo seminario che ha affrontato il tema delle nuove opportunità e competenze utili al medico di domani poiché mentre gli ambiti medici disciplinari sono andati nel corso del tempo sempre più settorializzandosi e specializzandosi, oggi le politiche di assistenza e prevenzione necessitano sempre più di interdisciplinarietà. L’innovazione tecnologica e l’attenzione ai bisogni della società connessi ai cambiamenti demografici aprono infatti nuove prospettive anche per la professione medica a prescindere dal proprio ruolo, sia esso in ambito assistenziale e/o prevenzionale. Viene richiesto infatti al “nuovo” medico di non focalizzarsi solo sugli aspetti tecnici della cura ma aprirsi trasversalmente alle tematiche di salute ed acquisire conoscenze e competenze che consentano di saper leggere gli eventi patologici anche attraverso la lente dei determinanti sociali per affrontare meglio le responsabilità connesse alla professione medica.

Ma quale ruolo attende, in generale, tutti professionisti di domani nel settore della salute e sicurezza sul lavoro?

Mentre da una parte si rendono, infatti, sempre più necessari interventi mirati in grado di accrescere la sostenibilità del lavoro per rispondere alle nuove sfide, dall’altra si aprono nuove opportunità di occupazione anche in considerazione del fatto che tali cambiamenti nel mondo del lavoro, se non adeguatamente monitorati, possono determinare impatti negativi sulla qualità delle condizioni lavorative e sui livelli di tutela di salute e sicurezza dei lavoratori.

L’obiettivo del Master di II livello è proprio quello di fornire un percorso formativo specialistico finalizzato all’acquisizione di conoscenze da spendere nell’ambito della gestione dei rischi in maniera integrata e innovativa in tutta la filiera dei processi produttivi, dalla progettazione al monitoraggio dell’efficacia dei processi nell’ottica della prevention through design, con particolare riferimento agli aspetti connessi al cambiamento del mondo del lavoro relativamente ai mutamenti demografici, come l’invecchiamento della popolazione lavorativa, e all’innovazione tecnologica (tecnologie abilitanti, internet delle cose, nanotecnologie, automazione, robotica, smart working, ecc.).

Sono 35 i posti disponibili, di cui 20 finanziati con borse di studio previste per gli studenti più meritevoli, erogate per metà da Inail e per metà dagli enti partner dell’iniziativa. Le imprese coinvolte nel progetto formativo – che rientra nell’ambito dell’accordo quadro siglato tra Inail e Sapienza per la promozione di attività finalizzate alla tutela della salute e sicurezza dei lavoratori e alla diffusione della cultura della prevenzione – sono alcuni tra i soggetti più rappresentativi del tessuto produttivo italiano, quali Aeroporti di Roma, Confindustria, Enel, Eni, Federchimica, Fiat Chrysler Automobiles (Fca), Fondazione Rubes Triva, Rete Ferroviaria Italiana (Rfi) e Terna. Da loro arriverà un contributo all’offerta didattica con stage formativi per i partecipanti.

C’è tempo fino al 31 gennaio 2018 per iscriversi. Possono presentare domanda di partecipazione al Master tutti coloro che sono in possesso di un titolo universitario appartenente a tutte le classi di laurea vecchio ordinamento, magistrali e specialistiche senza vincolo di Facoltà di provenienza. Possono accedere al Master studenti in possesso di titoli accademici rilasciati da Università straniere, secondo le modalità indicate dal bando